Report anno 2013

Aeroporto di Catania, Fontanarossa.

Giornata splendida che mi sorprende per la bellezza della luce del mare e per il tepore.

Sullo sfondo si staglia l’Etna innevato con la cima libera a causa del calore vulcanico: uno spettacolo.

Se tutto va bene fra quattro ore sarò a casa dopo avere concluso, con ieri, l’ultima conferenza del 2013. Ed è già tempo di programmazione e di bilanci da condividere con voi, con i tanti amici che, anche concretamente, con l’iscrizione a Zaccheo, con la partecipazione ai viaggi, ai ritiri, alle conferenze rendono sensato ciò che faccio. Sostengo sempre che siete voi i miei datori di lavoro e, perciò, voglio ripercorrere brevemente questo anno trascorso e rendere ragione del lavoro svolto.

Ma come si fa a fare un bilancio inseguendo lo Spirito?

E partendo da quali criteri?

Ho accettato la scommessa della mia vita piuttosto creativa e complessa diventando evangelizzatore a domicilio. Nel rispetto del mio cammino personale e del giudizio della Chiesa, cui tengo. Ed è all’ombra dello Spirito che possiamo provare a leggere la Storia. Nel mio caso per lodare il Signore.

Quindi vivo evangelizzando. Il mio tempo, la mia intelligenza, le mie forze sono orientate a questo e di Vangelo vivo e mantengo la mia famiglia. Originale, come situazione, e forse nuova. L’associazione Zaccheo, come sapete, funge da interfaccia per rendere concreto questo progetto.

Grazie all’appuntamento mensile del Sicomoro che ha radunato, in un anno, oltre 500 persone che hanno dedicato insieme a me una mezza giornata a meditare la Parola, il vangelo di Marco che ancora non abbiamo finito di scoprire!

Grazie ai ritiri per coppie che hanno dato la possibilità ad una cinquanta di coppie di riprendere in mano la loro storia alla luce del progetto del Dio che ha inventato l’amore.

Grazie ai viaggi in Israele, Turchia e Germania per conoscere, scoprire, riscoprire, il percorso umano e spirituale di Gesù, di Paolo di Tarso, di Ildegarda.

Grazie alle oltre 60 conferenze in tutta Italia che, toccando molte città, mi hanno permesso di scoprire molte comunità e di incoraggiare, capire le situazioni, anche difficili, condividere. Ho incontrato tanta accoglienza, ho condiviso ansie e gioie con tanti preti coraggiosi e appassionati di Cristo, ho conosciuto tanti laici motivati ed evangelicamente combattivi.

Una gioia del cuore e un nutrimento intenso per l’anima. Con la consapevolezza che il mio scrivere è usato da Dio per aprire cuori e menti.

Cos’è uno scrittore senza un lettore? E cosa può scrivere se il lettore non gli restituisce ciò che ha trovato nelle sue riflessioni per orientarlo e stimolarlo?

Qualche dato statistico per dare corpo e peso a quest’anno: alle iniziative hanno partecipato oltre 9500 persone (+ 50% rispetto allo scorso anno), ho percorso, fra auto, treni, aerei e bus, oltre 37mila chilometri, i rimborsi spesa dei viaggi, che verranno dettagliati ai soci, sono stati di circa 8800 euro (cioè a 90 centesimi a persona, – 30% rispetto allo scorso anno!). Le visite complessive ai siti sono state oltre 400mila.

Le finanze di Zaccheo… galleggiano. Tolti i denari di passaggio (viaggi e ritiri), le entrate provengono dalle vostre iscrizioni, dalle offerte on-line e dal 5×1000 finalmente arrivato (9500 euro) e che servirà, come stabilito dai soci fondatori, per abbattere i costi dei viaggi e dei ritiri famigliari e per coprire una parte dei rimborsi spesa per le conferenze.

Per il 2014 i programmi sono in via di definizione.

Continua l’apprezzata iniziativa del Sicomoro la terza domenica di ogni mese, eccetto marzo.

Propongo due week-end per coppie: uno ad Albino e uno a Castellania e un ritiro in silenzio dalle mie parti, in Valle d’Aosta.

A marzo torneremo in Israele, in Irlanda ad agosto e a Berlino in autunno.

Le conferenze, ovviamente, cercheranno di accontentare parte delle tantissime richieste che mi giungono da tutta Italia e, ora, anche dall’estero.

Per quanto riguarda la mia intensa attività editoriale, oltre a seguire come sempre l’apprezzato mensile Parola e preghiera, è in uscita a febbraio il mio nuovo libro, Gesù guarisce, che continua la riflessione sulla figura di Gesù iniziata lo scorso anno e, a fine anno, un libro su Maria.

Cerco di essere presente su internet con i siti storici (tiraccontolaparola.it, paolocurtaz.it), con i video (youtube), con i social network (facebook e twitter). Ricordo a tutti che potete elegantemente scaricare, copiare, ascoltare i file audio (centinaia) purché si annunci il vangelo! A chi mi scrive cerco sempre di rispondere, perdonatemi qualche dimenticanza, parliamo ormai di decine di migliaia di contatti.

Un caloroso ringraziamento a quanti, dietro le quinte, lavorano silenziosamente e mi sostengono concretamente: Laura D. e Silvio per i siti, Vera e Silvio per i social-network, Francesco e Matteo per i ritiri, Laura C. per i viaggi, Luisa e Luciano per la contabilità e le cose burocratiche.

Lodiamo il Signore, allora, io per primo.

Lasciamolo lavorare perché tanti “Zaccheo” possano salire sul sicomoro che è la Chiesa per vedere passare Gesù.

                                                                                              Paolo Curtaz

Lascia un commento

Chiudi il menu